29

Nov
2020

FONTANA DEL “GIOVANNIN DEL PONTEROSSO” – TRIESTE

La Fontana venne realizzata da Giovanni Mazzoleni a metà del Settecento, creatore della fontana dei Quattro Continenti di Piazza Unità d’Italia. L’acqua della grande vasca, utilizzata dai cittadini, proveniva dall’acquedotto San Giovanni.Nella seconda metà del Settecento, lo scultore Giovanni Carlo Wagner scolpì una statua di un puttino e la pose in cima alla fontana.

Le venditrici ambulanti di frutta e verdura del mercato in piazza Ponterosso chiamavano confidenzialmente il puttino Giovanin e il giorno di san Giovanni la fontana veniva decorata di fiori dalle fioraie del mercato

Prima di arrivare alla vasca centrale il percorso dell’acqua si articola attraverso varie sculture. Partendo da una conchiglia, l’acqua sgorga da tre grandi maschere per poi scendere su conchiglie più piccole sostenute da figure di telamoni poggianti su piccole colonne. Fuoriuscendo dalla bocca dei telamoni, l’acqua arriva infine nella grande vasca.

Anticamente la piazza era luogo di mercato e la fontana veniva decorata dalle venditrici ambulanti di fiori  il giorno di san Giovanni. Si racconta che il putto fu vestito di drappi neri quando venne ucciso il  re Umberto.

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.

20 + sei =