17

Set
2020

PALAZZO VANOLI – PIAZZA UNITA’ D’ITALIA – TRIESTE

Il Palazzo Vanoli che attualmente è il sito del Grand Hotel Duchi D’Aosta, già in tempi remoti dall'”Hospitium Magnum” trecentesco alla “Locanda del Porto” rinascimentale, dava ospitalità a mercanti forestieri che venivano a Trieste per rifornirsi di marinai e merci.palazzo vonoli piazza unità d'italia trieste

Nel 1700 diventò  la “Locanda Grande” di proprietà del Comune e il principale albergo della città. Vi  soggiornarono, tra gli altri,  gli imperatori Giuseppe II e Leopoldo II, la regina Maria Carolina di Napoli e l’ammiraglio Orazio Nelson.

La locanda fu restaurata attorno al 1767 dall’architetto udinese Giovanni Fusconi e  l’8 giugno 1768, fu assassinato l’archeologo e storico dell’arte J. Winckelmann, che vi alloggiava, per mano del cuoco Francesco Arcangeli. La “Locanda Grande” fu demolita nel 1867 e al suo posto, nel 1873, gli architetti Eugenio Geiringer e Giovanni Righetti realizzarono l’edificio attuale con funzione di albergo e ristorante.palazzo vonoli piazza unità d'italia trieste

In origine si chiamava Hotel Garni, poi Vanoli gestito dall’albergatore Pietro Vanoli, dove nel 1912 venne introdotta l’energia elettrica. Dal 1972 diventa il Gran Hotel Duchi d’Aosta e Harry’s Bar, di proprietà della famiglia Benvenuti.

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.

5 + venti =